Negli USA ancora scarsa la percentuale di plastica riciclata dalla raccolta differenziata

  • 25 Agosto 2021

Il portale statunitense Consumer Reports ha realizzato un’indagine finalizzata a riscontrare quanta della plastica correttamente conferita dagli utenti negli appositi contenitori venga riciclata. Negli USA solo l’8,7% della plastica raccolta attraverso la differenziata: a quanto pare la principale motivazione alla base di una percentuale tanto bassa risiede nell’insufficiente volume di incentivi economici destinati, appunto, al riciclo. Di fatto la produzione della plastica da zero implica oneri economici sensibilmente inferiori rispetto alla trasformazione della vecchia plastica in qualcosa di nuovo. Se da una parte la trasformazione delle plastiche costituite da miscele di diverse sostanze chimiche che possono ostacolare i processi isolamento del materiale di base risulta complessa, è altrettanto vero che altre tipologie di plastica – tra cui le bottiglie in PET – si rivelano molto meno difficili da riciclare. Tuttavia molti comuni statunitensi hanno adottato la cosiddetta differenziata “a flusso unico”, quindi alluminio, vetro, plastica e carta vengono scaricati nel medesimo contenitore: ciò, ovviamente, rende giocoforza più difficoltosa la selezione della plastica riciclabile.

Negli Stati Uniti, quindi, gli esperti e le associazioni del settore evidenziano quanto sia determinante ridurre la produzione di plastica da parte delle aziende nonché riorganizzare sistemi e programmi di riciclo in modo da incrementare in misura significativa la quantità di prodotti in plastica ritrasformati.

Lascia un commento